23.5 C
Roma
24/07/2024
Economia

Bonus per veicoli a ridotte emissioni: nuova apertura

Rifinanziato con 350 milioni l’incentivo per l’acquisto di veicoli a basse emissioni. Le agevolazioni riguardano le auto con emissioni fino a 135 g/km di CO2 e i veicoli commerciali e speciali. Nuovi incentivi anche per l’usato. Prime prenotazioni dal 2 agosto.

È stato rifinanziato con 350 milioni di euro stanziati dalla legge di conversione del Decreto Sostegni bis il fondo automotive per l’acquisto di veicoli a basse emissioni di CO2.
Dal 2 agosto alle ore 10.00 è possibile prenotare sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it gli incentivi per l’acquisto di nuovi veicoli a basse emissioni fino a 135 g/km di CO2, con e senza rottamazione, mentre dal 5 agosto possono essere richieste le agevolazioni per i veicoli commerciali e speciali.
In particolare, i 350 milioni di euro che rifinanziano il fondo automotive saranno così ripartiti:
• 200 milioni per acquistare, esclusivamente con rottamazione, i veicoli con emissioni comprese tra 61-135 g/km CO2. Il contributo è di 1.500 euro;
• 60 milioni per ottenere l’extrabonus e acquistare veicoli con emissioni comprese tra 0-60 g/km CO2. Il contributo ammonta a 2.000 euro con rottamazione e a 1.000 senza;
• 50 milioni per l’acquisto di veicoli commerciali e speciali, di cui 15 milioni esclusivamente per i veicoli elettrici. Tra le novità del Decreto Sostegni Bis c’è la possibilità di acquistare con leasing finanziario, già a partire dal 25 luglio 2021, anche questa tipologia di veicoli. Restano invariati i contributi previsti dalla Legge di Bilancio 2021 e quindi prenotabili in base alla “Massa Totale a Terra -MTT” e all’alimentazione;
• 40 milioni per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati, di classe Euro non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km di CO2. Viene riconosciuto un contributo fino 2.000 euro, calcolato in base alla fascia di emissione. Per usufruire del contributo è necessario rottamare una vettura immatricolata prima del gennaio 2011, o che abbia raggiunto i dieci anni nel periodo in cui viene richiesto l’ecobonus. Si potrà accedere a questo incentivo solo dopo le necessarie modifiche tecniche della piattaforma.

Federica Sorge
Caporedattore Economia.news

Articoli Correlati

Conferenza internazionale del lavoro. Il Papa in difesa dei disoccupati

Redazione

Imprese: 32mila in più tra aprile e giugno

Redazione

Sei donne top influencer del web per sette città simbolo di lifestyle, fashion, family & parenting, food, literature & books

Redazione