-10.9 C
Roma
25/02/2024
Lavoro e Previdenza

Costruire e guidare squadre ad alte prestazioni

Come possono i manager costruire e mantenere team/gruppi/squadre ad alte prestazioni? Puntando su cultura, potenziamento, coinvolgimento e resilienza.

Secondo l’Annual Global Survey on Project Management del Project Management Institute 2023, due terzi delle aziende sono impegnate in iniziative di trasformazione digitale. Danno inoltre priorità ai cambiamenti nella strategia organizzativa (36%), all’adozione di nuove tecnologie (34%) e all’espansione in nuovi mercati (32%).

Le aziende hanno bisogno di squadre orientate al futuro per guidare questi cambiamenti. Di fronte a queste sfide, come possono manager creare squadre ad alte prestazioni?

Adottando strategie per sviluppare e gestire talenti in grado di cambiare agilmente marcia, ma in accordo alla missione organizzativa. I manager che danno priorità e coltivano le “soft skills”, cioè le abilità trasversali, possono aiutare a costruire e reinventare i gruppi in modo da offrire e sostenere un vantaggio competitivo.

In questo articolo, discutiamo quattro linee guida per creare squadre lungimiranti e ad alte prestazioni.

Cultura – Coltivare un’etica per il cambiamento

Una forte cultura di squadra non si ottiene in modo semplice. Deve essere coltivata con intenti deliberati e quella cultura non sarà la stessa per ogni squadra. Un buon punto di partenza è comprendere la cultura aziendale, che influenza il modo in cui lavorano i singoli gruppi e può offrire un punto di partenza attraverso i valori, gli atteggiamenti, i comportamenti e gli standard dell’organizzazione.

Raccomandazioni per creare una cultura di squadra positiva

Le grandi squadre richiedono una grande cultura di squadra che deve essere sviluppata con uno scopo. Alcuni suggerimenti includono:

  • Coinvolgere il gruppo nella definizione delle linee guida per la comunicazione e la collaborazione tra i membri.
  • Sviluppare pratiche per riconoscere gli sforzi del gruppo e celebrare i successi.
  • Facilitare i membri del gruppo a scambiarsi i ruoli o a affiancarsi a vicenda per fornire uno sguardo diretto a ciò che ogni membro del team deve affrontare.
  • Condividere i progressi con l’intera organizzazione per facilitare la trasparenza e il coinvolgimento oltre la squadra stessa.

Potenziamento – Capire cosa ispira prestazioni elevate

La condivisione della conoscenza è alla base dello sviluppo di nuovi talenti. Colma i divari generazionali consentendo ai giovani membri del gruppo di applicare nuove competenze. Questa combinazione crea squadre ad alte prestazioni con membri che capiscono cosa viene fatto, perché e come.

La condivisione delle conoscenze può essere ottenuta attraverso azioni collaudate come tutoraggio, lezioni apprese, archivi di buone pratiche, sessioni di formazione formale e coaching specifico per singoli progetti. Ma l’apprendimento non dovrebbe avvenire solo dall’alto verso il basso: deve diffondersi in tutto il gruppo, motivo per cui i manager dovrebbero stabilire attivamente opportunità per tutti i membri del gruppo per scambiarsi conoscenze e prospettive su ciò che li motiva.

Raccomandazioni per potenziare gli individui e le squadre

I gruppi responsabilizzati hanno sia le capacità di potere che le competenze tecniche di cui hanno bisogno per lavorare insieme e vincere qualsiasi sfida. Alcuni suggerimenti sono:

  • Fornire un processo di tutoraggio e coaching tra i membri della squadra senior e junior.
  • Aiutare i membri del gruppo a identificare le aree per lo sviluppo delle competenze e a collegarle con opportunità di apprendimento.
  • Incoraggiare i membri del gruppo a trarre vantaggio dai programmi di sviluppo professionale dell’organizzazione.

Coinvolgimento – Creare connessioni reali e un senso di scopo in un mondo virtuale

Che si tratti di una struttura ereditata con membri del gruppo sparsi in tutto il mondo o di un’estensione post-pandemica delle politiche di lavoro da qualsiasi luogo, la maggior parte delle aziende continua a fare concessioni per accordi di lavoro flessibili, in particolare se sono intenzionate a reclutare e trattenere talenti dinamici.

Secondo un sondaggio globale del 2023 condotto dalla società di sicurezza informatica aziendale FORTINET, il 60% delle aziende consente ai membri del gruppo di lavorare in remoto almeno per una parte del tempo. E dal 2021 il numero dei Paesi che concedono visti per il lavoro a distanza è salito da 21 a 51.

Tuttavia, non si può ignorare il fatto che anche le squadre ad alte prestazioni hanno bisogno di accedere agli strumenti tecnologici giusti come mezzo per aumentare il coinvolgimento. La formazione delle squadre sulla tecnologia può accelerare le conversazioni in modo da aiutare a mantenere i progetti in corso. Per alcune squadre, ciò potrebbe significare utilizzare software di collaborazione di base basati su cloud o incorporare app low-code/no-code per semplificare processi noiosi. Per altri, potrebbe comportare l’apprendimento dell’uso di modelli virtuali complessi di gemelli digitali (Digital Twin) che simulano oggetti fisici come un modo per generare un riscontro più immediato e accurato.

Raccomandazioni per favorire il coinvolgimento

Il lavoro a distanza significa che costruire il coinvolgimento del gruppo richiede uno sforzo consapevole e concertato. Alcuni suggerimenti includono:

  • Concentrarsi sulle persone piuttosto che sugli strumenti o sulla tecnologia.
  • Impostare limiti sulle videochiamate per evitare l’affaticamento da schermo.
  • Cerca modi creativi per interagire di persona, ove possibile.
  • Chiedi riscontri al gruppo sui processi di coinvolgimento virtuale e applica le lezioni apprese per migliorare la collaborazione.

Resilienza – Riprendersi, ancora (e ancora)

Nell’ambiente aziendale altamente dinamico di oggi, le squadre devono essere pronti essere i fulcri di quanto è stato predefinito. I rischi geopolitici emergenti, lo spostamento delle priorità strategiche o qualche improvvisa possono spingere i progetti o gli obiettivi fuori strada o sbloccare opportunità per nuove iniziative con poco preavviso.

Per i manager, coltivare la resilienza della squadra – la capacità di riprendersi o mantenere l’equilibrio durante i periodi di cambiamento – è un obbligo moderno.

Raccomandazioni per costruire la resilienza

Le squadre di oggi devono affrontare cambiamenti e sfide attesi e imprevisti. Alcuni suggerimenti sono:

  • Verificare regolarmente con i membri della squadra il loro benessere e i livelli di stress.
  • Cerca strumenti e tecnologie che possano aiutare il gruppo a lavorare in modo più intelligente, non più difficile.
  • Facilitare sessioni di brainstorming con la squadra per incoraggiare l’innovazione.
  • Prendersi il tempo per pianificare e garantire le aspettative sia dei membri del gruppo che delle parti interessate.

In conclusione, la costruzione e la guida di squadre ad alte prestazioni sono fondamentali per le aziende che si impegnano in iniziative di trasformazione digitale e che cercano di adattarsi a un ambiente in continua evoluzione.

Puntare su una cultura solida, sul potenziamento dei membri della squadra, sul coinvolgimento attivo e sulla resilienza consentirà ai manager di creare squadre che siano pronte a guidare il cambiamento e a raggiungere risultati straordinari.

Non importa quanto impegnative siano le sfide che si presentano, una squadra ad alta performance, guidata da un manager competente, può affrontarle con successo e raggiungere nuove vette di successo. Investire nella creazione di queste squadre sarà un vantaggio competitivo per le aziende che cercano di essere leader nel loro settore e di ottenere risultati straordinari nel contesto in continua evoluzione del mondo degli affari.

Pasquale Troianiello

Articoli Correlati

Lavoro: 472mila Assunzioni Previste dalle Imprese a Ottobre

Redazione

Come organizzare e condurre una riunione efficace: i 3 pilastri e i 5 passi da seguire

Redazione

LAVORO AGILE Sottoscritto l’accordo tra Sindacati e Parti Imprenditoriali

Redazione