-10.9 C
Roma
25/02/2024
Lavoro e Previdenza Primo Piano

GOL (Garanzia Occupabilità Lavoro) Ancora aperte le iscrizioni al corso gratuito per disoccupati del Lazio

L’ente di formazione AMILI (Associazione Multiservizi Impresa e Lavoro Italia) ha ufficialmente dato avvio alla prima edizione del corso “Operatore di magazzino merci” per formare disoccupati beneficiari del programma GOL – Garanzia Occupabilità dei Lavoratori.

Il corso, della durata di 360 ore, erogato tramite lezioni frontali e con l’ausilio di metodologie didattiche innovative, si pone l’obiettivo di sviluppare nei destinatari competenze connesse al ruolo di “Operatore di magazzino merci”. Al termine delle attività formative, a ogni allievo/a sarà garantito uno stage della durata di 80 ore presso imprese del Lazio.

I principali obiettivi del corso sono:

  • offrire ai partecipanti l’opportunità di partecipare a un intervento formativo con rilascio di qualifica di “Operatore di magazzino merci”: figura professionale che ben si coniuga con le richieste del mercato del lavoro;
  • offrire ai partecipanti l’opportunità di acquisire specifiche conoscenze, capacità e competenze tecniche-professionali e trasversali necessarie a raggiungere gli standard di prestazioni lavorative riconosciute ottimali dalle imprese.

Le esigenze del mercato in ambito logistico sono in continuo mutamento, i magazzini sono sempre più tecnologici e digitali, è necessario acquisire nuove competenze gestionali, manageriali e informatiche.

E, oggigiorno, le aziende lamentano la mancanza della qualificazione richiesta al personale potenzialmente assumibile come operatore di magazzino merci. Le imprese chiedono, perché ne necessitano, specifiche competenze tecniche e trasversali. I feedback degli imprenditori e l’analisi dei fabbisogni di competenze e di professionalità, forniscono un chiaro profilo  della figura ricercata:  “operatori di magazzino merci” che seguano in totale autonomia le procedure relative alla tenuta dei magazzini e alla gestione dei depositi di merci e materiali, tengano scrittura delle operazioni di entrata e di uscita delle merci e dei materiali, verifichino la corrispondenza tra consistenza fisica e contabile dei materiali e delle merci, supportino le attività di contabilità del magazzino, nonché applichino le procedure di acquisizione e di consegna.

In relazione ai cambiamenti di scenario al magazziniere vengono richieste nuove e più significative competenze in base alla gestione della complessità della professione, alla propensione verso il miglioramento del servizio e al self-management.

Dall’analisi effettuata da AMILI si è rilevato che esiste una sorta di asimmetria tra quanto viene richiesto dagli imprenditori e le competenze che i candidati dimostrano di avere, specialmente per i giovani nel momento dell’ingresso nel mondo del lavoro: un problema legato alla scarsa comunicazione tra mondo imprenditoriale e mondo scolastico/accademico, che porta ad avere sacche di inefficienza in termini di domanda/offerta di lavoro.

Cosa imparerà ogni partecipante al corso?
La partecipazione al corso consentirà ai destinatari di acquisire e/o migliorare conoscenze, capacità e competenze tecniche-professionali, perfezionare le competenze linguistiche (in particolare della lingua inglese) e trasversali tipiche della professione, per raggiungere gli standard di prestazioni lavorative riconosciute ottimali dalle imprese.

Nello specifico, ogni partecipante sarà in grado di operare sui processi di distribuzione commerciale relativi alla logistica di magazzino all’interno di una struttura organizzativa di natura commerciale, sia essa industriale (manifatturiera, artigianato, eccetera) o di servizio (logistica, magazzino, trasporti, distribuzione, ecc.). Le competenze sviluppate permetteranno ai discenti di essere proattivi nella gestione dei processi di distribuzione commerciale, nello specifico in tutte le fasi di gestione del magazzino e della distribuzione commerciale; inoltre, esse permetteranno di operare con le metodologie e le tecnologie di movimentazione delle merci, nonché del trattamento dei dati. Ogni partecipante, così formato, sarà un esperto dei processi di distribuzione commerciale, a conoscenza dei più recenti metodi e delle più innovative tecniche di gestione utilizzate nel mondo della logistica, potendo diventare un driver di innovazione in special modo nelle micro e piccole imprese che necessitano di rendere la gestione dei propri processi logistici di magazzino maggiormente performante.

In quanto tempo?
Il corso si tiene il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle ore 13 fino al 15 luglio 2024. Al termine delle attività formative, a ogni allievo/a sarà garantito uno stage che si concluderà il 30 settembre 2024.

Dove si terrà il corso?
A Roma, presso la sede accreditata di AMILI in Viale Città d’Europa n. 679 (zona Eur Torrino).

Dove potranno ricollocarsi i disoccupati?
Presso aziende di produzione, industriali e commerciali, aziende di trasporto o di servizi logistici.

Come si aderisce?
Per partecipare ai corsi gratuiti riservati alle persone che rientrano nel programma GOL, è possibile aderire al progetto, tramite il Centro per l’Impiego di riferimento, che provvederà a inviare la richiesta di iscrizione ad AMILI tramite il Sistema Informativo Lavoro (SIL) della Regione Lazio.

E’ prevista un’indennità di partecipazione?
La frequenza a corsi del Programma GOL consente di essere destinatari dell’indennità di partecipazione alle misure di attivazione lavorativa, previste dal nuovo programma di Supporto per la Formazione e il Lavoro (SFL) che sostituisce il Reddito di Cittadinanza.

Cos’è il Programma GOL
Il Programma GOL “Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori” è un intervento nazionale finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).  Il programma GOL rappresenta il perno dell’azione di riforma delle politiche attive del lavoro e della gestione di misure finalizzate a contrastare la disoccupazione.

L’obiettivo del programma declinato dalla Regione è quello di ridurre il cosiddetto mismatch tra domanda e offerta di lavoro, soprattutto per determinate categorie di persone che hanno difficoltà ad accedere al mercato del lavoro per via della mancanza delle giuste competenze.

A chi si rivolge il Programma GOL?
Il Programma GOL si rivolge a coloro che affrontano problemi di disoccupazione, crisi lavorativa o svolgono lavori con redditi molto bassi.

  • Beneficiari di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro: a legislazione vigente si tratta di quei lavoratori per i quali cioè sia prevista una riduzione superiore al 50 per cento dell’orario di lavoro, calcolato in un periodo di dodici mesi;
  • Beneficiari di ammortizzatori sociali in assenza di rapporto di lavoro: disoccupati percettori di NASPI o DIS-COLL;
  • Beneficiari di sostegno al reddito di natura assistenziale: percettori del Reddito di Cittadinanza;
  • Lavoratori fragili o vulnerabili: giovani di età inferiore ai 30 anni, che non studiano, non lavorano e non seguono un percorso di formazione (NEET), donne in condizioni di svantaggio, persone con disabilità, lavoratori maturi (55 anni e oltre);
  • Disoccupati senza sostegno al reddito: disoccupati da almeno sei mesi, altri lavoratori con minori opportunità occupazionali (giovani e donne, anche non in condizioni fragilità), lavoratori autonomi che cessano l’attività;
  • Lavoratori e lavoratrici con redditi molto bassi (working poor): lavoratori e lavoratrici il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo sia inferiore alla soglia dell’incapienza secondo la disciplina fiscale.

Quali sono i  percorsi GOL?
Gli utenti che aderiscono al Programma GOL saranno inseriti in percorsi specifici e personalizzati.

  • Reinserimento lavorativo: per coloro che sono più vicini al mercato del lavoro sono previsti servizi di orientamento e intermediazione per l’accompagnamento al lavoro;
  • Upskilling: per i lavoratori e lavoratrici con competenze spendibili sul mercato del lavoro ma che necessitano di interventi formativi sono previsti aggiornamenti professionali prevalentemente di breve durata;
  • Reskilling: per i lavoratori e lavoratrici lontani dal mercato del lavoro e con competenze non adeguate alle richieste, sono previsti interventi di riqualificazione professionale più approfondita;
  • Lavoro e inclusione: nei casi di bisogni complessi, cioè in presenza di ostacoli e barriere che vanno oltre la dimensione lavorativa si prevede, in aggiunta, l’attivazione della rete dei servizi territoriali (a seconda dei casi, educativi, sociali, socio-sanitari, di conciliazione);
  • Ricollocazione collettiva: per i lavoratori e lavoratrici coinvolti in situazioni aziendali di crisi è prevista la valutazione delle chances occupazionali sulla base della professionalità posseduta e del contesto territoriale di riferimento al fine di individuare le soluzioni idonee.

Come Aderire?
Per partecipare è necessario rivolgersi al proprio Centro per l’Impiego di riferimento.

Il Centro per l’Impiego accompagna la persona nelle fasi di adesione e in seguito alla valutazione professionale lo indirizza verso le attività previste dai percorsi del programma che saranno di competenza dei Centri per l’impiego e degli Enti Accreditati ai Servizi per il Lavoro e la Formazione.

AMILI – ASSOCIAZIONE MULTISERVIZI IMPRESA E LAVORO ITALIA è un soggetto accreditato per l’erogazione dei percorsi formativi di Reskilling per i destinatari del Programma GOL. Per conoscere l’offerta formativa di AMILI è possibile collegarsi al sito www.amili.it  oppure inviare una mail a info@amili.it

Antonella Pagliuca

Articoli Correlati

Innovazione e 5G

Redazione

Ambiente di lavoro tossico, 7 indizi per individuarlo

Redazione

Loss and Damage, ovvero come compensare i danni climatici?

Redazione