21.8 C
Roma
19/07/2024
Lavoro e Previdenza

Si è concluso con successo il piano “Formazione e Aggiornamento delle Risorse umane” finanziato da Fondo Conoscenza

Si è concluso a gennaio il piano formativo aziendale “F.A.R. – Formazione e Aggiornamento delle Risorse umane” finanziato da Fondo Conoscenza, grazie alle risorse messe a disposizione dal Fondo con l’Avviso 1/2021.

L’intervento formativo ideato da F.N.U.A. Federazione Regionale del Lazio e realizzato con il supporto tecnico dell’Ente di formazione AMILI – Associazione Multiservizi Impresa e Lavoro Italia è stato avviato a febbraio 2022. I destinatari del Piano sono stati 90 dipendenti (in particolare donne e over 40) che operano in diverse Regioni italiane (Piemonte, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Campania, Puglia e Calabria).

Nell’ambito del piano sono state erogate 138 ore formative suddivise in percorsi diversi tra cui: sicurezza obbligatoria, previdenza obbligatoria, strumenti e tecniche per l’innovazione organizzativa, la gestione tecnico-amministrativa degli infortuni sul lavoro e dei casi di malattie professionali, tecniche di comunicazione e team building.

Sul versante dei modelli e delle metodologie è stata confermata, come nel precedente piano formativo realizzato nel 2021 e finanziato sempre da Fondo Conoscenza, la necessità di organizzare interventi formativi personalizzati che fossero pratici e soprattutto collegati alle fasi di lavoro e che hanno consentito un adeguato sviluppo/acquisizione da parte dei discenti di esplicite competenze.

FNUA LAZIO dedica particolare attenzione al capitale umano, in quanto elemento chiave nella creazione di vantaggio competitivo e nel raggiungimento degli obiettivi aziendali. In tale ottica, FNUA LAZIO ha investito nel corso del tempo nella selezione e nel costante aggiornamento delle proprie risorse umane. Internamente viene applicata la logica della gestione delle risorse umane basata sulla condivisione delle attività, sul confronto costante dell’andamento generale e sulla socializzazione degli obiettivi. Il piano formativo nasce dalla necessità di continuare a investire sulla crescita professionale e sul consolidamento delle competenze dei dipendenti. L’obiettivo ultimo dei percorsi di formazione continua è costruire delle squadri sempre più forti, dove tutti siano motivati a dare il massimo e dove soprattutto il successo collettivo sia più importante di quello individuale.  FNUA LAZIO ritiene fondamentale il ruolo della formazione all’interno del processo di evoluzione continua delle competenze personali e professionali mirate alla valorizzazione di ciascuna persona facente parte del gruppo.

Formazione finanziata: un scelta vincente e necessaria per le aziende

Il ricorso alla formazione finanziata dai Fondi interprofessionali, talvolta non considerata dalle imprese per i troppi vincoli burocratici, è diventata sempre più una necessità inderogabile per ovviare alle ristrettezze di bilancio senza gravare sulle competenze indispensabili delle figure professionali aziendali. Da tale esigenza si è progressivamente dilatata la richiesta di semplificazione da parte delle imprese ed è nel contempo cresciuta la disponibilità dei Fondi a consentire metodologie didattiche e modalità di realizzazione degli interventi formativi più consoni ai fabbisogni reali delle imprese. Da questa impostazione aperta sono nati e crescono progressivamente Fondi come Fondo Conoscenza che hanno introdotto strumenti agili per le imprese al fine di assicurare ai lavoratori un accesso adeguato e continuo ai percorsi di qualificazione e riqualificazione che consentono alle persone di adattarsi ai cambiamenti e alle nuove esigenze del mondo del lavoro.

Quali sono le principali opportunità offerte da Fondo Conoscenza?

Fondo Conoscenza promosso da FENAPI-Federazione Nazionale Autonoma Piccoli Imprenditori e CIU-Confederazione Italiana Unione Professioni Intellettuali, promuove e finanzia piani formativi finalizzati all’acquisizione e allo sviluppo delle competenze professionali dei lavoratori, incentivando soprattutto la partecipazione delle piccole e medie imprese (PMI). Fondo Conoscenza mette a disposizione, mediante strumenti di erogazione innovativi, efficaci e veloci, risorse per il finanziamento di percorsi formativi anche in assolvimento di obblighi normativi (sicurezza, privacy, HACCP).

Di recente Fondo Conoscenza ha pubblicato anche l’Avviso Politiche Attive che finanzia, a valere sulle risorse del Conto Sistema, interventi di Politiche Attive del Lavoro aventi ad oggetto la realizzazione di percorsi ad hoc finalizzati all’acquisizione di abilità e competenze che favoriscano l’inserimento lavorativo di soggetti disoccupati e inoccupati presso aziende aderenti al Fondo. Lo scopo dell’Avviso è quello di favorire un reale inserimento in azienda attraverso l’erogazione di servizi che permetteranno ai candidati selezionati dalle Agenzie del lavoro accreditate, come CREDICI, di comprendere la cultura e le dinamiche aziendali e di essere produttivi nel minor tempo possibile. Le aziende aderenti a Fondo Conoscenza che intendono assumere nuovi lavoratori possono richiedere la figura professionale di cui necessitano alle Agenzie per il Lavoro (inserite nell’Elenco Nazionale degli operatori dei servizi per il lavoro pubblicato sul sito di Fondo Conoscenza) che prendono in carica la richiesta dell’azienda e, attraverso l’erogazione di percorsi individuali di accompagnamento al lavoro, individuano la figura richiesta.

Personalmente credo che aderire a Fondo Conoscenza sia un’opportunità per le imprese di creare reti stabili che consentono di intessere legami con altre aziende, con enti accreditati alla formazione e ai servizi per il lavoro, di creare opportunità, di condividere modalità di comunicazione e obiettivi. Se poi consideriamo che aderire offre l’opportunità di accedere a risorse economiche da destinare all’abbattimento dei costi della formazione e della ricerca e selezione del personale, perché rimanere fuori?

Antonella Pagliuca

Articoli Correlati

I 7 fattori chiave per attirare i talenti nella tua organizzazione

Redazione

Come potenziare la comunicazione della tua squadra: 6 strategie e suggerimenti testati

Redazione

La difficoltà di reperimento del personale è costata all’Italia fino a 38 miliardi di euro nel 2022

Redazione