21.8 C
Roma
19/07/2024
Cucina Rubriche

Sgombro fresco marinato

Ingredienti:
1kg sgombri freschi a filetti
3 limoni bio
1 finocchio fresco
30 gr. capperi
3/4 foglie di alloro essiccato
1 spicchio d’aglio intero (facoltativo)
Sale q.b
Pepe fresco macinato q.b
Olio extravergine d’oliva q.b

Procedimento:
Posizionare i filetti di pesce dentro una pentola per cottura a vapore o vaporiera.
Nell’acqua di cottura aggiungere 1 spicchio d’aglio (facoltativo); le foglie di alloro; la scorza di 1 limone; una manciata di pepe in grani; la barba del finocchio; coprire il tutto ed azionare il fornello per 10 minuti circa, quindi spegnere il fuoco ed attendere altri 5 minuti che il pesce completi la cottura.
Eliminare la pelle dello sgombro, posizionarlo in un piatto dai bordi alti e procedere alla marinatura. Spremere i limoni e versare il succo sul pesce; condire con la scorza di un limone grattugiata; la barba di un finocchio tagliata in maniera sottile; sale quanto basta; pepe quanto basta ed abbondante olio extravergine d’oliva.
Attendere almeno mezz’ora prima di servire. Il pesce va mangiato a temperatura ambiente ed accompagnato, con una insalata di finocchio, tagliato a lamelle sottili e capperi dissalati.

Scheda nutrizionale: Sgombro
Il pesce, soprattutto quello azzurro è uno dei prodotti tipici della dieta mediterranea. Pur essendo considerato un pesce povero, insieme ad alici; sardine; aguglia; Capone; palamita; è ricchissimo di elementi nutrizionali:
– Proteine: ad alto valore biologico volgarmente definite nobili con aminoacidi essenziali.
– Ferro Bío disponibile: Mangiare lo sgombro è una valida alternativa alla carne ed alle uova.
– Vitamina PP: è un coenzima necessario alla respirazione cellulare.
– Vitamina B 12: necessaria alla maturazione dei globuli rossi ed allo sviluppo del sistema nervoso.
– Omega tre: aiutano nella prevenzione dell’ipertensione arteriosa, dell’iper trigliceridemia ed agiscono perfettamente contro le patologie metaboliche.
– Vitamina D: per il mantenimento dello scheletro e come prevenzione. È indicato da mangiare anche nei mesi invernali perché sintetizza la vitamina D nella pelle, funzione svolta in estate dal sole.
– Iodio: minerale raro negli alimenti ma che consente un buon funzionamento della tiroide e garantisce un metabolismo basale efficiente.

Lo sgombro inoltre è facilmente reperibile ed ha un impatto economico molto contenuto. Consumatolo regolarmente perché starete meglio voi ed il vostro portafogli.

Giorgia Neglia

Articoli Correlati

Il cibo e l’amore

Redazione

Il segreto di un’Artista: “Amore e vita di donna”

Redazione

Roberto Carlino: “spazio” per crescere

Redazione