13.7 C
Roma
07/10/2022
Italiani nel Mondo Rubriche

Michele Viviani. Viva il Messico

In questa calda e torrida estate, più volte mi sono trovata a tavolino a chiacchierare con chi non è mai uscito dai confini del nostro bel Paese e che, con grande difficoltà, non è riuscito a comprendere perché io scriva dei “nostri” Italiani all’estero. Quasi come se non ci fosse alcun motivo per trasferirsi e, se anche ci fosse, tutto sommato meglio accontentarsi dì poco e godere delle nostre bellezze che puntare ad altro. Da sempre sostenitrice del motto americano “Only the sky is the limit”, dal canto mio invece, comprendo e ammiro le storie dei tanti giovani italiani all’estero che ho conosciuto in questo periodo. Per questo nuovo numero sono “volata” (metaforicamente si intende) in Messico a intervistare Michele Viviani. Vediamo un po’ cosa ci ha raccontato.

Raccontaci un pò di te.

Ciao, sono Michele ma tutti i conoscono come Formy. Nel 2017 ho cambiato vita comprando un biglietto sola andata per il Messico. Da allora vivo a Playa del Carmen, nella Riviera Maya. Nel 2021 ho dato vita a La tua vacanza in Messico, un’agenzia di tour che ha l’obiettivo dì far conoscere luoghi, cultura, stile dì vita e gastronomia messicana. L’idea è quella di far vivere una vera e propria esperienza messicana, fornendo anche curiosità e consigli a riguardo, così da rendere la vacanza indimenticabile.

Dove vivi attualmente e perché hai scelto proprio questo Paese?

Vivo a Playa del Carmen, ho scelto questo posto perché è un punto strategico per il turismo, qui ho trovato la mia serenità.

Tutto l’anno è estate, vado al mare appena ho 5 minuti liberi, viaggio spesso con i tantissimi amici che scelgono la mia agenzia e qui mi sento a casa.

Di cosa ti occupi nello specifico?

Organizzo tour, on the road e viaggi di gruppo in tutto il Messico. Inoltre, faccio video dove racconto ogni sfumatura di questo Paese e sono un punto di riferimento per gli italiani che vogliono fare una vacanza in questo splendido Paese.

Ad un certo punto della tua vita hai deciso dì cambiarne il corso. Cosa ti ha spinto a farlo?

Sono venuto in vacanza in Messico circa 8 anni fa e me ne sono completamente innamorato. Per i successivi 3 anni sono tornato in vacanza per 15 giorni, e l’ultima è stata quella che mi ha spinto a prendere la decisione di mollare tutto e cambiare vita.

L’emergenza pandemica ha mutato il tuo modo di lavorare?

Assolutamente no, durante la pandemia ho cominciato a lavorare di più e a farmi un nome. L’Italia era l’unico Paese al mondo a non consentire i viaggi in Messico con volo diretto, ma tutto il resto del mondo veniva qui essendo uno dei pochi paesi che non erano chiusi e senza restrizioni. Io lavorando solo con Italiani all’inizio ero preoccupato ma poi i miei clienti, facendo uno scalo in Europa, riuscivano a raggiungermi tranquillamente.

Quali sono i supporti avuti in Messico in questo periodo?

A livello economico nessuno, a livello morale la mia famiglia ed amici sono sempre stati un supporto incredibile.

Cosa ti manca dell’Italia?

Mi manca tanto la mia famiglia, gli amici di una vita e il cibo di casa mia.

Quali sono secondo te le differenze tra il lavoro in Italia e quello in Messico? Generalmente lo stipendio se si è dipendenti è molto basso ma se si è imprenditori e si ha una propria attività allora è diverso perché le tasse sono basse e non esagerate come in Italia. Qui però ci sono molti lavori che, se fatti bene, vengono pagati tanto, ad esempio agente immobiliare, camerieri in ristorati con turisti grazie alle mance, tour operator negli hotel o sulla Quinta Avenida e molti altri.

Cosa consiglieresti ai giovani che vogliono intraprendere il tuo stesso percorso? Consiglio di credere sempre in se stessi anche quando sembra che tutto non ha senso e nessuno crede in te.

Progetti per il futuro?

Voglio cambiare la mentalità dell’italiano medio che viene qui in vacanza e si chiude nei villaggi turistici senza vivere il vero Messico perché prima di partire credono di andare in un Paese del terzo mondo.

Annalisa Iaconantonio

Articoli Correlati

Il cibo e l’amore

Redazione

Le mani dell’Inter sullo Scudetto!

Redazione

Raffaele Minichiello Aka Rambo

Redazione