8.9 C
Roma
25/10/2021
Rubriche Sport

Campionato Italiano di Calcio Serie A 2021-2022. L’inizio della storia…

Finalmente, dopo la “classica pausa estiva” arricchita dall’importante successo dell’Italia agli Europei, anche quest’anno il Campionato di Serie A riparte.
La Serie A dei Campioni d’Europa stagione 2021/2022, è alla sua 120ª edizione (la 90ª a girone unico). Si disputa tra il 22 agosto 2021 – con il primo anticipo alle 18 INTER-GENOA Sabato 21 agosto – e il 22 maggio 2022.
Quest’anno la Serie A ritrova, dopo 2 stagioni in B, l’Empoli vincitore della scorsa stagione e due squadre che mancavano da un po’: la Salernitana dopo 22 stagioni e il Venezia dopo 19 stagioni.
Come lo scorso anno sono confermate le 5 sostituzioni da effettuare con massimo 3 interruzioni di gioco e la novità rispetto alla passata edizione è rappresentata dalla nuova formula del calendario (già adotta in altri campionati in Europa).
Lo stesso non prevede più la simmetria tra le gare di andata e gare di ritorno ma un secondo ordine diverso di partite rispetto quello del girone di andata con la specifica che la partita di ritorno tra due squadre non potrà essere disputata a meno di otto partite di distanza da quella d’andata.
Finalmente, dopo un anno mezzo di partite disputate senza pubblico il Consiglio dei Ministri ha dato l’ok per il ritorno in presenza, ai possessori di Green Pass e con distanziamento posizionati a scacchiera, allo stadio anche se, per ora, al 50% della capienza dell’impianto. Viene dato l’ok anche per le presenze dei tifosi ospiti.
Ovviamente speriamo presto nella riapertura totale ma, intanto, è stato bello tornare……divertirsi, esultare insieme…….c’è mancato: il calcio è di nuovo della sua gente!!
Analizziamo ora il mercato estivo delle squadre della nostra serie A:
Partiamo con l’Inter campione in carica e con la panchina: l’allenatore Conte, condottiero e uno dei principali artefici del trionfo della scorsa stagione per divergenze (in merito alla programmazione futura) con la Società saluta. La panchina viene affidata a Simone Inzaghi, che lascia la Lazio dopo 5 anni! I nerazzurri perdono anche due giocatori fondamentali per la vittoria dello scudetto: l’esterno Hakimi e il centravanti/trascinatore Lukaku. I due giocatori vengono sostituiti da l’esterno olandese Dumfries e il centravanti bosniaco Džeko che lascia la Roma dopo 5 anni. Inoltre, arrivano per rinforzare la rosa, il difensore Dimarco dal Verona, l’attaccante Correa dalla Lazio e il centrocampista turco Çalhanoğlu a parametro 0.
Passiamo ora in ordine di classifica della passata stagione al Milan che perde, oltre al sopracitato Çalhanoğlu, anche il portiere Donnarumma, che sceglie di non rinnovare il contratto in scadenza e si trasferisce al Paris Saint-Germain, Mandžukić, e Dalot. In porta il Milan punta sul francese Maignan, dal Lilla. Il club rossonero prende anche il centravanti esperto francese Giroud dal Chelsea e il fantasista brasiliano Messias dal Crotone; prende in prestito Florenzi dalla Roma e inoltre perfeziona gli acquisti a titolo definitivo di due giocatori già in rosa nella stagione precedente come Tomori e Tonali.
Arriviamo all’Atalanta. Alla terza partecipazione consecutiva in Champions League, cede il portiere Gollini e il difensore Romero e li sostituisce con l’argentino Musso, acquistato dall’Udinese e Demiral. I bergamaschi si rinforzano anche con gli arrivi di Zappacosta e Koopmeiners.
La Juventus congeda Pirlo e affida la panchina dopo 2 anni a Massimiliano Allegri. Anche Lei deve fare i conti con una partenza eccellente: dopo tre stagioni in Italia, Ronaldo lascia la Juventus e si trasferisce al Manchester Utd. Il sostituito è di vecchia conoscenza: ritorna Kean dall’Everton. Da segnalare inoltre il saluto alla bandiera Buffon (riparte dal Parma in serie B). Per quanto riguarda l’organico, i bianconeri si rinforzano con il centrocampista Locatelli – autore di ottimo europeo – dal Sassuolo e il giovane attaccante brasiliano del Santos Kaio Jorge.
Il Napoli saluta Gattuso e affida la guida tecnica all’esperto Luciano Spalletti. I partenopei confermano sostanzialmente la rosa dell’anno precedente, con il ritorno di Ounas e gli arrivi di Juan Jesus e Anguissa, Salutano Maksimović, Bakayoko, e lo svincolato Hysaj.
Lazio e Roma cambiano la guida tecnica: la Lazio rimpiazza Inzaghi con Sarri. La Roma saluta Fonseca e porta nella Capitale Jose Mourinho, per Lui un ritorno nel campionato italiano 11 anni dopo i successi con l’Inter. I biancocelesti, oltre al ritorno dell’esterno brasiliano Felipe Anderson, acquistano Pedro e Hysaj, e nelle ultime ore di mercato il centrocampista Zaccagni dal Verona. Lasciano Correa e Caicedo. I giallorossi si rafforzano, acquistando il centravanti inglese Abraham dal Chelsea, che si aggiunge agli acquisti dell’attaccante uzbeko Shomurodov dal Genoa, del portiere portoghese Rui Patrício e del terzino uruguaiano Vina. Salutano, oltre ai già citati Džeko e Florenzi, il portiere Pau López e l’attaccante Pedro.
Tra le altre squadre da segnalare che: il Sassuolo e il Torino cambiano la guida tecnica, scegliendo rispettivamente Dionisi e Jurić. La Sampdoria anche “Lei” con un nuovo allenatore D’Aversa e aggiunge in organico il centravanti Caputo proveniente dal Sassuolo. L’Udinese che perde il suo “faro” il centrocampista De Paul. Il Bologna e il Genoa acquistano un nuovo centravanti: rispettivamente l’austriaco Arnautović e l’ex laziale Caicedo. La Fiorentina, che riparte da Italiano in panchina e acquista l’attaccante argentino González; il centrocampista uruguaiano Torreira e i difensori Nastasić e Odriozola. Salutano Borja Valero e Ribery (che da svincolato si accorda con la Salernitana “gran bel colpo”).
Dopo aver analizzato il mercato passiamo ora all’inizio (le prime due giornate) del Campionato che speriamo anche quest’anno sia sempre più avvincente ed equilibrato.
In testa a punteggio pieno 6 punti ci sono 5 squadre: Lazio vittorie semplici anche se era passata in svantaggio in entrami i casi con Empoli (3-1) e Spezia (addirittura 6-1); Inter netti successi su Genoa (4-0) e Verona (3-1); Roma importante 3-1 alla Fiorentina e 4-0 alla Salernitana; Milan 1-0 alla Sampdoria e 4-1 al Cagliari. Napoli 2-0 al neopromosso Venezia e 2-1 in casa del Genoa. Subito dietro a quota 4 punti:
Udinese; Bologna; Sassuolo e Atalanta costretta a sorpresa alla seconda giornata al pareggio (0-0) dal Bologna. 3 punti per: Fiorentina e Empoli frutto per entrambe dalla sconfitta al prima giornata e del successo nella seconda. Soprattutto per l’Empoli prestigioso a Torino con la Juventus.1 punto per:
Juventus partenza falsa dopo il 2-2 era avanti 2-0 in casa dell’Udinese e l’inaspettata e davvero poco pronosticabile sconfitta 1-0 in casa dall’Empoli per dovere di cronaca la prima partita senza Cristiano Ronaldo. 1 punto anche per: Sampdoria; Cagliari e Spezia.
Chiudono la classifica ancora a 0 punti: Torino; Verona; Salernitana; Genoa e Venezia.
Dunque si ricomincia il calcio, il pubblico……Buon Campionato a tutti!!

Marco Migliorini

Articoli Correlati

SuperJuve e Milan d’Inverno

Redazione

I 25 anni di Audi A3

Redazione

Dietro le quinte del SUCCESSO

Redazione