13.8 C
Roma
12/04/2021
Rubriche Sport

Tutto il calcio… minuto per minuto. Il punto sul campionato

Ricominciamo!! Anche quest’anno è partita la nuova stagione calcistica 2020-2021 la 119ª edizione della massima serie del Campionato Italiano di calcio (l’89° a girone unico).
È iniziata il 19 settembre 2020 e terminerà il 23 maggio 2021; come al solito piena di aspettative da parte di tutte le squadre; dunque caccia alla Juventus vincitrice per la nona volta consecutiva dello scorso Campionato “infinito” vista l’emergenza COVID-19.
Cominciamo però con il mercato estivo e iniziamo proprio con la Juventus che vede dopo solo un anno di permanenza di Sarri a Torino cambiare la guida tecnica della squadra affidandosi all’esordiente Andrea Pirlo. Il colpo si chiama Federico Chiesa strappato alla Fiorentina ma c’è anche il ritorno di Alvaro Morata e un giovane promettente – già acquisto a Gennaio – Dejan Kulusevski.
Andiamo avanti con le principali inseguitrici cominciando in ordine di classifica dello scorso anno con l’Inter.
L’Inter, riparte dal secondo posto dell’anno precedente e dopo un po’ di tira e molla dal suo condottiero in panchina Antonio Conte. I colpi principali sono: Hakimi, Kolarov e Vidal per Lui un ritorno in Serie A. Da sottolineare l’addio definitivo dell’ex capitano Mauro Icardi.
Non grandissimi colpi per l’Atalanta e la Lazio, del resto le rose visto l’anno precedente erano già forti e andavano soltanto puntellate senza perdere i giocatori fondamentali.
Roma si affida all’esperienza Pedro e la conferma all’ultimo secondo con un piccolo giallo finale di Smalling.
Il Milan sorprende un po’ dando fiducia a Pioli e soprattutto trattiene un vero fenomeno che alla tenera età di 38 anni riesce ancora a fare la differenza Ibrahimović. Da sottolineare l’acquisto dal Brescia del giovane Tonali.
Il Napoli con un altro condottiero in panchina Gennaro Gattuso!! e oltre sul Suo allenatore punta molto sull’attaccante nigeriano Osimhen acquisto molto costoso. Dopo anni se ne va un protagonista non c’è più Callejon.
Questo era dunque il mercato delle prime classificate nella passata stagione.
Adesso raccontiamo cosa è successo in queste prime 10 giornate di Campionato. L’avvio di campionato fa registrare sia qualche conferma anche rispetto al Campionato scorso post-lockdown e qualche sorpresa analizziamo, il cammino. In testa alla classifica c’è il Milan (26 punti) che, nel post-lockdown, aveva fatto molto bene e si sta confermando in questo inizio con davvero un ottimo avvio. Un percorso netto visto che sono state quasi tutte vittorie ben 8 (spiccano i successi nel derby e la vittoria a Napoli) e 2 pareggi.
Al secondo posto c’è i l’Inter (21) che dopo un inizio fatto da risultati altalenanti, vince le ultime tre partite. Al terzo posto ci sono La Juventus (20) che è imbattuta in queste dieci giornate senza troppo brillare e il solito Napoli (20), a cui manca forse qualcosa visto che proprio nello scontro diretto della 3ª giornata con la Juve, visti i positivi nella squadra la ASL di Napoli non gli consente di partire e così non si presenta a Torino ed costretto alla sconfitta a tavolino – come da regolamento – ed un punto di penalizzazione vista per la mancata partecipazione all’incontro.
Andando di seguito nella classifica per la lotta troviamo un sorprendente Sassuolo (19).
Subito dietro la Roma (18) penalizzata con una sconfitta a tavolino da un suo errore nella consegna della lista squadra nelle prima giornata di Campionato e la Lazio (17). Poi abbiamo una nuova sorpresa il Verona (16) si segnala per il pareggio di Milano con il Milan e l’Atalanta (14) forse un po’ attardata rispetto alla stagione scorsa ma con una partita in meno l’ultima con l’Udinese non disputata per via del mal tempo. Proseguiamo con Bologna e Cagliari (12 punti) Sampdoria e Benevento (11) Udinese, Spezia e Parma (10). Ancora sorprese questa volta in fondo alla classifica dove troviamo squadre come la Fiorentina (9) il Torino e il Genoa (6). Chiude la classifica il neopromosso Crotone con solo 2 punti. Questo dunque è quello che è successo finora nel Campionato Italiano 2020-2021.
Non posso chiudere senza dire che, purtroppo, i mesi di novembre e dicembre 2020 sono stati molto tristi per il nostro amato sport. Il 25 novembre muore, all’età di 60 anni, Diego Armando Maradona, considerato uno dei giocatori più forti di tutti i tempi, protagonista del nostro bellissimo Campionato, dal 1984 al 1991 con il Napoli, vincendo 2 Scudetti (1986-87 e 1989-90) – 1 Coppa Italia (1986-87) – 1 Supercoppa Italiana (1990) e anche 1 Coppa UEFA (1988-89). Il 9 Dicembre, invece, se ne va Paolo Rossi detto “Pablito”, assoluto protagonista dei nostri Mondiali, vinti in Spagna nel 1982. Per tutti fu il suo mondiale, capocannoniere con 6 goal. Fortemente voluto dal C.T. Bearzot, lo ripagò con la sua indimenticabile tripletta al Brasile. Altrettanto indimenticabili i suoi 2 goal alla Polonia in semifinale e il primo goal alla Germania nella Finale.

Marco Migliorini

Articoli Correlati

Il punto sul Campionato

admin

Tra Campionato e Coppa Italia

admin

SuperJuve e Milan d’Inverno

admin